Cos’è la Pet-Therapy: Tutte le info

Negli ultimi tempi si è sempre più sentito parlare della Pet-Therapy e dei successi che si hanno praticandola. Che Cos'è la Pet-TherapyMolte persone ormai si affidano a questo trattamento, soprattutto per quanto riguarda i bambini, poiché la presenza di un cucciolo può agevolare il lavoro di un medico. Con la Pet-Therapy, bambini affetti da autismo, ansia, iperattività et similia, riescono a creare un legame affettivo che li porta ad avere più entusiasmo nell’affrontare le cure. Questa terapia quindi non può sostituire le cure classiche svolte dai medici, ma può offrire, per quanto importante, solo un aiuto.

In questo articolo andremo a vedere nel dettaglio tutto ciò che riguarda questa terapia, gli animali più idonei, e come diventare operatore I.A.A., come lavorare con i cani e molto altro.

Pet-Therapy: tutto ciò che bisogna sapere

La Pet-Therapy è un lavoro di collaborazione tra uomo e animale, e già dai primi esperimenti, questa metodologia di lavoro, ha prodotto enormi miglioramenti nei soggetti coinvolti Qui di seguito vi elenchiamo alcuni dei benefici ottenuti a seguito di alcuni test recenti, dopo solamente un mese di pet-therapy:

  1. Miglioramento dell’attenzione
    Dopo pochissimo tempo, in soggetti che soffrivano di Deficit d’attenzione, si è notato subito un enorme aumento di quest’ultima. In tantissimi casi documentati, la pet therapy, con un adeguata terapia, è stata la soluzione al problema.
  2. Maggiore controllo sui movimenti del corpo
    Soprattutto nei bambini, si fa utilizzo di una pet therapy per sensibilizzare il corpo del paziente al movimento.
    Tantissimi Bambini infatti hanno limiti cinetici che grazie a questa terapia, riescono ad alleviare e spesso, con la giusta cura, a risolvere.
  3. Gioia e benessere generale
  4. Diminuzione dell’ansia
  5. Diminuzione dello stress

Animali per Pet-Therapy: Ecco quali sono

Gli animali che invece aiutano le persone in questa terapia sono tantissimi e di specie variegate. Ovviamente, non solo i Cani ed i Gatti sono idonei a questa terapia ma anche i Conigli e gli uccelliBambina con Cane in generale. Vengono utilizzati anche gli Asini (Soprattutto su territorio francese) per l’Onoterapia. Anche i Delfini e i Cavalli, sono idonei a questa tipologia di terapia.

La scelta della specie non è a caso, quest’ultima varia in base alle esigenze. Un Esempio pratico è il caso in cui il paziente abbia una fobia verso i cavalli. Di Certo, non andremo a scegliere un Equino per la terapia!

Per quanto riguarda il cane, argomento principale di questo sito, la cosa fondamentale e che deve possedere dei tratti caratteriali specifici, ancor meglio se innati, così da risultare ancora più a suo agio garantendo un approccio migliore con il paziente. Il cucciolo in questione dovrebbe essere spontaneamente attratto verso l’essere umano, non deve essere aggressivo e deve essere affidabile.

Proprio per l’esigenza di avere un carattere ben delineato, è sconsigliato intraprendere questo percorso con dei meticci, poiché non si conosce bene la loro natura e le loro reazioni a certe circostanze. Nella maggior parte delle occasioni, il cane scelto per la Pet-Therapy è il Labrador. Qui di seguito vi lascio alla visione di un video molto interessante in cui possiamo osservare sia l’atteggiamento del cane, sia l’entusiasmo e la felicità dei bambini quando lo vedono arrivare.

Al contrario di quanto si possa pensare, visto il loro carattere che può sembrare un po’ altezzoso, anche i gattini sono adatti per la Pet-Therapy. Gatti, amici a 4 zampe amati da sempre, ci possono dare emozioni differenti dai cani, ma non pet therapy delfinimeno importanti e se si stabilisce un buon rapporto sono anch’essi molto fedeli e affettuosi.

Per diventare un operatore di I.A.A (Interventi Assistiti con gli animali), ovviamente bisogna partecipare a dei corsi che garantiscono una formazione adeguata e certificata. La Pet-Therapy non è da sottovalutare, se fatta con amore può aiutare davvero tante persone e quindi solo chi è davvero interessato ed appassionato a questo genere di cose può farlo.

Gli animali ci aiutano a stare meglio

Pet-Therapy e Autismo sono due parole che vediamo molto spesso vicine. E’ ormai risaputo che la presenza di un cane ben addestrato nella vita di un bambino affetto da questo disturbo, può essere di grande aiuto. Oltre che al bambino stesso, l’amore e la felicità del cucciolo può portare una meritata serenità a tutta la famiglia, riducendo lo stress e migliorando la capacità di socializzazione.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *